Embassy of Uganda in Rome - Ambasciata d'Uganda a Roma

La FAO affianca l’Africa nella guerra contro la fame e povertà.

dasilvaJose Graziano da Silva, Direttore -Generale della FAO (Agenzia delle Nazione unite per l’alimentazione), ha promesso di affiancare l’Africa nella lotta contro la povertà, la fame e la malnutrizione. Il direttore generale ha fatto queste osservazioni nel suo discorso di benvenuto ai Ministri e illustri invitati alla ventinovesima sessione della Conferenza Regionale per l’Africa, tenutasi all’inizio di aprile ad Abidjan, Costa d’Avorio.

Applaudendo la velocita’impressionante dei  progressi fatti dal Africa nella riduzione della fame, Jose Graziano da Silva ha chiesto  un ritmo accelerato verso il raggiungimento dell’obiettivo della ‘’Dichiarazione Malabo”  per Zero fame entro il 2025. Nella sua organizzazione, diversi sottogruppi  regionali del continente  si impegnano  per  la stessa sfida.

Africa centrale ha individuato tre settori prioritari e le attività connesse  per ottenere ‘’Fame Zero’’ cioè: lo sviluppo di catene di valore innovative in tutti i settori agricoli, comprese  le foreste;  sostegno allo sviluppo sostenibile delle risorse naturali; e rafforzare  la resistenza delle famiglie rurali  agli urti e alle crisi.

polliLe Cinque aree chiave e relative azioni individuate per l’Africa Orientale comprendono: promuovere l’uso e la gestione delle risorse naturali sostenibili per affrontare le cause e l’impatto della siccità e del cambiamento climatico; facilitare la trasformazione agricola attraverso la meccanizzazione e l’innovazione tecnologica, approfittando del valore aggiunto dei giovani; aumentare la produzione e  la produttività delle colture, settori dell’allevamento e della pesca; sostenere la progettazione e la revisione delle politiche agricole  e dei quadri sub-regionali; e fornendo supporto tecnico per l’iniziativa IGAD contro la siccità e la resilienza alle catastrofi  e il piano di investimenti regionali CAADP.

Mentre le  priorità  per Africa del sud  erano simili a quelli delle prime due regioni,  questa  sub-regione tuttavia  ha aggiunto la gestione sostenibile delle risorse naturali, compresa sia terra che acqua; maggiore valore aggiunto e un migliore accesso ai mercati ed  il commercio; maggiori investimenti in agricoltura e l’accesso ai finanziamenti da parte delle piccole titolari; miglior sicurezza alimentare e nutrizionale .

large_AfricaAllo stesso modo, l’Africa occidentale condivide alcune delle priorità individuate da altre sub-regioni, ma ha aggiunto altri quattro settori prioritari strategici e le azioni connesse e cioè: l’integrazione regionale; l’adozione di percorsi  sostenibili di intensificazione, adattare le diversità degli ecosistemi e le esigenze delle comunità locali e nazionali; la promozione delle catene di valore e lo sviluppo dell’acquacoltura.

Ribadendo la sua volontà di stare fianco a fianco con il continente nella lotta contro la fame e la povertà, Jose Graziano da Silva, ha fatto appello ai dirigenti continentali per arginare il conflitto, che  alimenta la spirale di fame e povertà in cui si rischia di non uscire.